Le infiorescenze di cannabis CBD si riferisce al fiore, o bocciolo, chiamato anche “cima di marijuana”, prodotto dalla pianta femminile di canapa.

Quando il fiore di canapa raggiunge la piena fioritura, la gemma (come viene anche spesso chiamata) secerne alcuni cannabinoidi e resina per attrarre il polline prodotto dalle piante maschili di cannabis, e quindi produrre semi.

Per quanto riguarda la produzione di fiori di cannabis CBD, si tratta di genetiche di cannabis senza semi, che hanno un alto livello di CBD: cannabidiolo, e un livello molto basso di THC: tetraidrocannabinolo. Ricorda, nel mercato CBD il fiore senza semi è la migliore opzione. Tuttavia, non tutte le infiorescenze contengono gli stessi livelli di CBD. L’esatta percentuale dipende dal ceppo di ogni pianta e dal metodo di coltivazione utilizzato. Di solito, questi tipi di marijuana light ad alto contenuto di CBD derivano da piante appositamente trattate per produrre boccioli più grandi e mantenere un alto profilo CBD, garantendo al tempo stesso un basso contenuto di THC ai fini della conformità legale di cui necessitano.

La risposta breve è sì, il CBD è legale in Europa.

Tutte le nostre infiorescenze CBD sono commercializzate con certificazione di analisi di laboratorio, in conformità alla legislazione europea. Tutti i prodotti commercializzati o prodotti da Rollo CBD sono conformi alle leggi europee sulla coltivazione della canapa:
Decreto europeo n. 639-2014;
Il regolamento europeo n. 1307/2013.

Secondo diversi studi, i cannabinoidi contenuti nei fiori di cannabis CBD possono rimanere stabili per due anni se le cime di cannabis sono conservate correttamente. Quindi, per una conservazione ottimale a lungo termine della cannabis è necessario creare l’ambiente perfetto.

Per capire come conservare a lungo termine la cannabis CBD, è importante capire cosa uccide gli agenti proprietari dei benefici espressi dalle gemme di CBD:

– Luce
– Aria
– Umidità
– Temperatura

Prima di tutto per acquistare sul nostro sito sito devi aver compito la maggiore età.

Dopodichè basterà solo iscriversi al sito con i dati anagrafici, una volta scelti i prodotti che vuoi acquistare bisognerà aggiungerli nel carrello.Per ogni prodotto troverai riferimenti e informazioni importanti, utili a scegliere meglio e a selezionare e facilitare il tuo ordine.
Una volta che i tuoi prodotti saranno nel carrello ti sarà sufficiente inserire i dati per la spedizione, e procedere al pagamento con carta di credito, bonifico bancario o pagamento alla consegna.

Tutto sempre in modo discreto nel totale rispetto della tua privacy.

Nella canapa industriale o più comunemente chiamata Light, sono presenti i cannabinoidi, elementi chimici di origine naturale, principi attivi che offrono vari benefici. I più conosciuti sono il THC (presente nei limiti di legge inferiore allo 0,2%), il CBD e il CBG.

Il THC (<0,2%) – TETRAIDROCANNABINOLO è il più noto principio attivo della cannabis sativa ed ha molteplici proprietà per scopi terapeutici come antidolorifico, antinausea, euforizzante, antiemetiche, anticinetosico, stimolante dell’appetito, abbassa la pressione endooculare, capace anche di abbassare l’aggressività.

Il CBD – CANNABIDIOLO è un metabolita non psicoattivo della Cannabis sativa, ma ha effetti rilassanti, anticonvulsivanti, antidistonici, antiossidanti, antinfiammatori, favorisce il sonno ed è distensivo contro ansia e panico.

IL CBN – CANNABINOLO è molto affine al THC ma se paragonato ha deboli proprietà psicoattive.

Il CBD è il metabolita della cannabis, un principio attivo che dopo aver subito il processo un trasformazione iniziale, si rivela subito biodisponibile assimilabile dal nostro organismo, permettendo gli effetti benefici. il CBD (o cannabidiolo) fa parte delle 80 sostanze chimiche individuate nella composizione chimica della cannabis e denominate cannabinoidi, occupano circa il 40% nell’estratto di canapa sativa, secondo solo al tetracannabidiolo.

La legge 242 del 2 dicembre 2016 si è espressa circa la coltivazione e la filiera agroindustriale della canapa,fissando il limite di THC al 0,2%. La legge in questione, tuttavia, stabilisce che il contenuto di THC non debba mai superare lo 0,6%. Appare evidente, quindi, che un prodotto con valori di THC compresi tra lo 0,2% e lo 0,6% è da ritenersi un prodotto legale.

Tutti i prodotti che contengono CBD (Cannabidiolo) e THC (Tetraidrocannabinolo) risultano positivi ai test. La differenza è che il CBD non è una sostanza psicoattiva al contrario del THC che è vietato per legge a concentrazioni superiori allo 0,4%.
I Tester sono tarati per verificare livelli d THC superiori ai limiti consentiti, per questo non dovrebbe risultare nei test.

Non ha nessun effetto psicotropo ed il livello del THC non è significativo in quanto inferiore allo 0,2% rispettando la legge italiana.

Assolutamente sì. Tutti i prodotti venduti su questo sito sono prodotti in maniera biologica all’interno delle nostre serre e ogni processo viene svolto a mano per preservare l’integrità e le caratteristiche della pianta. La coltivazione avviene senza l’uso di pesticidi o diserbanti, così da non introdurre alcun tipo di sostanza nociva.